fbpx

Tra qualche anno ci rimettiamo in gioco per il secondo ma ora ci godiamo la felicità che questo bambino ci porterà!

Valentina 29 anni

Valentina

Questa nostra testimonianza vuole essere un aiuto per tutte le coppie che stanno affrontando la PMA, sappiamo cosa state passando, ci siamo passati e capiamo benissimo il vostro stato d’animo ma non abbattetevi, siete nel posto giusto.
Noi siamo stati seguiti dal Dr. Verza, una persona meravigliosa che ci ha messo a nostro agio da subito ci ha sempre rassicurati ma anche resi partecipi di tutte le difficoltà e gli ostacoli in cui si può incorrere con molta onestà.
Il nostro primo incontro è stato con il Prof. Colpi, un grandissimo uomo che ci ha seguiti nella prima parte del percorso per poi “consegnarci” nelle mani del Dr. Verza.
In seguito alla terapia ormonale abbiamo fatto il pick up, quanti ovuli avevamo recuperato ma purtroppo nessuno nei seguenti transfer (6) era stato quello “giusto”.
Ed è lì che lo sconforto sale.
Ed è lì che entra in gioco la nostra roccia Tania, non saprei come descriverla è stata davvero fondamentale per noi, non solo dal punto di vista sanitario ma anche mentale, soprattutto mentale!!!
Decidiamo di fare il secondo pick up ad ottobre 2018, altra terapia ormonale altro stress… pochi ovuli, la metà della volta precedente.
Tania dice al dottor Verza: “la nostra paziente ci è rimasta male perché sono pochi” e il Dottore risponde “Non vuol dire! Ne basta UNO giusto”
E quanto aveva ragione!!!
A luglio nascerà Riccardo, era LUI quello GIUSTO, bisognava solo avere la pazienza di aspettarlo!

Quando si intraprende questo tipo di percorso non si sa mai bene quanto possa durare o quanto doloroso frustrante destabilizzante possa essere per la coppia ma anche quanto meraviglioso sia condividerlo con uno staff fantastico che ti sostiene in tutto il cammino.
Saremo sempre grati al Dr. Verza Tania e Laura ma anche alle biologhe che hanno accudito i nostri ovetti e a tutte le ragazze della reception.
Tra qualche anno ci rimettiamo in gioco per il secondo ma ora ci godiamo la felicità che questo bambino ci porterà!
Non abbandonate la speranza, fidatevi ed affidatevi a loro che la luce in fondo al tunnel si vede!